Ciao.. continuiamo ancora con questa serie… 🙂 vi è piaciuto lo scorso video? 😛
eccovi il secondo video di questo divertentissimo personaggio, con la collaborazione dell’ometto timido:mrgreen:

DINO E LA DENUNCIA SOCIALE

“oste na bira!!!” LOL!!! 😛

Eh già dopo un sacco di tempo che non scrivevo son tornata… e intanto AUGURI x il passato Natale e x l’anno nuovo dato che non ho avuto occasione di farli… 😉
Tornata diciamo con una novità… 🙂

Girovagando su internet ho trovato dei video troppo divertenti, che conoscevo già ma non sapevo ce ne fossero così tanti…… beh tralasciando che a me piace il dialetto veneto, questi video sono mooolto “terra terra” (spero non vi scandalizzate) ma forti… lol! :mrgreen:

Signori e Signore vi presento……

DINO DA SANDRA’

Beccatevi il primo video, forse a tutti non piacerà, ma cmq buon divertimento e…… spero capiate ciò che dice… 😛 😉

AHAHAHAH scusate ma trovo tutto ciò molto divertente… LOL!! 😀 ovviamente sono consapevole che ce ne sarebbero da dire anche su noi donne ma ho voluto accontentare delle mie amiche……
Daiiii su su voi maschietti non prendetevela così tanto… leggete e fatevi del ridere… 😉 :mrgreen:

TEMA DEL CORSO:
diventare intelligente quanto una donna (quindi essere perfetti) 😛

OBIETTIVO PEDAGOGICO:
corso di formazione che permette agli uomini di sviluppare quella parte del cervello della quale ignorano l’esistenza.

PROGRAMMA :
4 moduli di cui uno obbligatorio.

MODULO 1: CORSO DI BASE OBBLIGATORIO

1. imparare a vivere senza la mamma (2000 ore).
2. la mia donna NON è MIA MAMMA (350 ore)
3. capire che il calcio non è altro che uno sport (500 ore)

MODULO 2 : VITA A DUE
1. avere bambini senza diventare geloso (50 ore)
2. smettere di dire boiate quando la mia donna riceve i suoi amici (500 ore)
3. vincere la sindrome del telecomando (550 ore)
4. non fare la pipì fuori dal water (100 ore, esercizi pratici con video)
5. riuscire a soddisfare la mia donna prima che cominci a far finta (1500 ore)
6. come arrivare fino al cesto dei panni sporchi senza perdersi (500 ore)
7. come sopravvivere ad un raffreddore senza agonizzare (300 ore)

MODULO 3 : TEMPO LIBERO
1. stirare in due tappe (una camicia in meno di due ore: esercizi pratici)
2. digerire senza ruttare mentre lavo i piatti (esercizi pratici)

MODULO 4 : CORSO DI CUCINA
Livello 1 (principianti) : gli elettrodomestici: ON = ACCESO, OFF = SPENTO
Livello 2 (avanzato): La mia prima zuppa precotta senza bruciare la pentola.
Esercizi pratici: far bollire l’acqua prima di aggiungere gli spaghetti.
Sono inoltre previsti dei temi speciali di approfondimento; a causa della complessità e difficoltà di comprensione dei temi i corsi avranno un massimo di 8 iscritti:

TEMA 1: il ferro da stiro; dalla lavatrice all’armadio: un processo misterioso…
Leggi il seguito di questo post »

Image and video hosting by TinyPic

Esistono diverse strade da prendere dopo la maturità, e ognuna di esse è sbagliata per chi la sceglie… sempre… 😛 (per fortuna che manca la mia facoltà… Informatica!! 😛 😀 )

ECONOMIA: potete star sicuri che ci troverete molte persone convinte di uscire dalla facoltà con un impiego sicuro. Non è completamente sbagliato,ma bisogna arrivare alla laurea. Economia è un posto che varia di università in università, generalmente non è considerata facile, ma a volte ha gli esami con i test a crocette (tipo battaglia navale).
La frequentazione è solitamente composta da:
– ragazzi con gli occhiali, riga da una parte e cravattino che seguono il sogno del padre (che tristezza.);
– radical chic in cerca di notorietà;
– ragazze che escono fuori da delusioni d’amore.
C’è chi, accortosi dell’errore in tempo, si trasferisce da economia politica a scienze della moda e del costume diventando uno stilista gay dopo il terzo anno.

FARMACIA: ripiegano su questa facoltà gli studenti che non sono riusciti ad entrare a medicina. Essi si deprimono dopo tre giorni di corsi perché le famiglie gli rinfacciano di non essere riusciti ad entrare a medicina, perché gli studenti di matematica gli lanciano gli aereoplanini con le equazioni dalla finestra e perché non riescono a distinguere un’aspirina da un benagol(pena la riordinazione dell’archivio).
Chi riesce a laurearsi fa gavetta per dieci anni in una farmacia ad immaginare nude le ragazze che comprano i preservativi. Le ragazze che scelgono di fare farmacia si chiamano farmaciste, e ridono come forsennate quando una ragazza compra un test di gravidanza e vendono il maalox senza ricetta nella farmacia vicino alla stazione Termini.
Chi si accorge in tempo dell’errore, verso il terzo anno decide di riprovarci con medicina.
Quando fallisce, si iscrive a letteratura, musica e spettacolo.

FILOSOFIA: le personalità soggette a sdoppiamento, depressione cronica, domande sull’aldilà, crisi sessuali e con nove in condotta sono la frequentazione media della facoltà di filosofia. Gli studenti fumano erba nel cortile,nelle aule, con i professori, prima degli esami, durante gli esami e dopo gli esami (se ci arrivano con tutti i neuroni al loro posto).
I professori di codesta laurea sono tutti ex-sessantottini (i figli divulgheranno il verbo, non possono sottrarsi al destino), hanno sciarpe rosse e portano i sandali ai piedi anche con -2 a febbraio. Sono dalla parte degli studenti e vengono acclamati come ‘dei grandi’ dai frequentanti (che ipocrisia).
Lo studente medio di filosofia si accorge al secondo anno di aver fatto una cazzata, brucia libri e sacco di juta comprato per andare ‘contro il sistema’ e va ad iscriversi a letteratura, musica e spettacolo (portando con sé l’erba, ma cmq nudi!).
Leggi il seguito di questo post »

Ed eccovi una simpatica vignetta che rispecchia la realtà degli utenti……………windows…!! 😛

Credo sia impossibile trovare una persona a cui non gli è capitato… lol!!

luglio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

STATISTICHE DEL BLOG

  • 6,158 visitatori

Categorie

Archivi